Categorie

Le feste di Lucca

  • row

    Feste religiose e tradizionali a Lucca

  •  
    • La Processione del Volto Santo

      In corrispondenza con il Settembre Lucchese, si hanno molte manifestazioni di vario genere coinvolgenti la città di Lucca, che raggiungono il culmine con la famosa luminaria di Santa Croce, in grado di attirare gente da tutto il circondario. Ogni anno, durante la festa settembrina di Santa Croce e il 3 di maggio, il celebre Volto Santo di Gesù, conservato nella Basilica di San Martino, viene rivestito di preziosi ornamenti sacri, dalla tunica decorata in velluto e ricami d'oro (secolo XIV) alla corona e collare d'oro con gioiello incastonato (secolo XVIII). Il 13 settembre, in commemorazione della traslazione del Volto Santo, si snoda per la città una processione secolare cui partecipa l'intera cittadinanza con un cero votivo, rappresentata da tutti i domini della Repubblica e nel rispetto degli antichi protocolli: prima le autorità religiose, poi quelle cittadine, le varie parrocchie, gli ospiti stranieri, le autorità militari ed infine i figuranti in costumi medievali. La processione rappresenta uno dei momenti religiosi e spirituali più alti dell'intera lucchesità: le vie cittadine più antiche sono illuminate solamente da lumicini ad olio appesi alle abitazioni. Dopo aver percorso le strade di Lucca, il Santo Volto, partito dalla Chiesa di San Frediano, torna a San Martino, salutato dall'esecuzione di un Mottettone composto per l'occasione dai più bravi musicisti della città ed eseguito da scuole di canto e cori locali.

      La festa di Santa Zita

      La celebrazione di Santa Zita si svolge in primavera, il 27 aprile, attorno alla chiesa di San Frediano, dove giace in una cappella il corpo incorrotto della famosa protettrice delle domestiche. In tale occasione viene ricordato il miracolo dei petali di rosa che la vide protagonista, quando i tozzi di pane che aveva sottratto al padrone per distribuirli ai poveri si tramutarono appunto in rose e fiori dopo che questi la sorprese sul fatto. Durante questa ricorrenza avviene la benedizione delle giunchiglie appena fiorite e le strade attorno alla chiesa vengono trasformate dai venditori di piante in un grande mostra-mercato dei fiori.

      La festa della Madonna del Pan del Lupo

      In ricordo del miracolo avvenuto nella parrocchia di Fagnano, a Lucca, legato all'immagine della Vergine Maria affrescata sul muro di un'abitazione che protesse e salvò una bambina dall'assalto di un lupo, ogni 13 maggio si tiene per le vie del paese una processione con tanto di luminara. Tale tradizione risale oltre il Medioevo ed è attestata in un documento del 1391 già come usanza tramandata negli anni. La ricorrenza culmina con la distribuzione del pane benedetto alla popolazione di Fagnano, che ricorda quello che la madre della bambina scagliò contro il lupo per distrarlo dalla figlia, poi recuperato.

      Festa della Repubblica

      Il 6 aprile 1369 Lucca si liberò dal dominio dei pisani, seguito a quello dei milanesi, genovesi e fiorentini, costituendosi finalmente in Repubblica per i successivi 637 anni (fino cioè all'arrivo delle truppe napoleoniche in Italia). Per suggellare la composizione dei conflitti civili tra guelfi bianchi e neri fu eretta la Chiesa dedicata agli apostoli Simone e Giuda Taddeo, che ha la singolare caratteristica di essere servita di colonne in marmo bianco alternato a pietra nera.

      La Processione del Preziosissimo

      Il giorno del Venerdì Santo ha luogo per le strade di Lucca la Processione delle Sette Chiese, seguita da quella solenne detta del Preziosissimo. Va ricordato che durante l'anno giubilare 2000 è stato organizzato uno speciale treno a vapore in grado di accogliere 400 persone, che, partito da Piazza del Serchio, è giunto a Lucca dove, nel baluardo di San Colombano sulle Mura urbane, ha avuto luogo una straordinaria Via Crucis vivente, ottenendo gran successo di pubblico.